14 dicembre: flash mob in difesa della sanità pubblica

Lunetta Savino di SNOQ Factory parteciperà al flash mob

Lunetta Savino di SNOQ Factory parteciperà al flash mob

Flash mob il 14 dicembre alle 12 davanti all’ospedale San Camillo promosso da SeNonOraQuando Sanità

ROMA, 12 dicembre 2013 –  Perché le donne dovrebbero occuparsi del servizio sanitario nazionale? Perché sono le donne che affollano quotidianamente gli ambulatori e le corsie degli ospedali, che rincorrono gli sportelli delle ASL, che sono sempre a fianco dei propri malati, o dei pazienti.

Esperte per amore o per forza nel lavoro di cura, le donne sono le prime a subire nella carne viva delle proprie vite gli effetti dei tagli al sistema sanitario nazionale istituito nel 1978  con la legge 833: una legge che il mondo ci invidia.

A 35 anni dalla sua approvazione, SeNonOraQuando Sanità rilancia e promuove un flash mob sabato 14 dicembre alle 12 davanti all’ospedale San Camillo (Circonvallazione Gianicolense 87). Continua a leggere

Annunci

Con SNOQ Sanità per difendere la legge 833

snoq_sanita--258x258«In qualità di garante dei valori della Costituzione, ci aiuti a riprenderci la legge 833/1978». Le donne (e gli uomini) di “Se non ora quando Sanità”, costola tematica del movimento “Se non ora quando”, hanno lanciato una petizione al capo dello Stato in occasione dei 35 anni della riforma che istituì il Servizio sanitario nazionale. E sono già più di 500 le firme raccolte.

«È passato un tempo forse troppo lungo perché tutti la possano ricordare», si legge nella petizione. «Eppure quella riforma – nata da una straordinaria stagione di conquiste e di lotte di emancipazione e di liberazione, di costruzione di soggettività e di cultura critica, di pratiche e di pensiero soprattutto del movimento delle donne – resta un faro nelle nebbie per chi difende i diritti e le libertà delle persone, di ogni persona, italiana e straniera». Continua a leggere