Cari machisti: le donne non tornano indietro, scordatevelo

Gli insulti e le aggressioni nei confronti delle donne in politica – quasi sempre a sfondo sessuale, rigurgiti di un’antica cultura sessista e machista – sono ormai quotidiani. Noi siamo con loro, con tutte loro, con le donne di ogni parte politica che vengono quotidianamente intimidite perché facciano un passo indietro. Perché lascino il campo libero a una degradazione incessante dell’azione pubblica, ridotta a esercizio arrogante di supremazia di singoli e gruppi, in cui noi vediamo distintamente il rischio di una deriva antidemocratica.

Siamo con Laura Boldrini vittima di spaventose minacce, ma anche con Loredana Lupo colpita fisicamente in aula, siamo con le donne del PD insultate da Massimo De Rosa, siamo con Cecile Kyenge che da mesi è bersaglio di insulti sessisti e razzisti. Siamo con loro e con tutte le donne che prima e dopo di loro hanno lottato e lotteranno per non mollare.

Le donne indietro non ci tornano, scordatevelo.

Francesca

 

Segnaliamo a questo link l’intervista a Francesca Comencini su Repubblica.it 30 gennaio 2014.

Annunci

Se Non Ora Quando FACTORY – Manifesto

manifesto BBSiamo un gruppo di donne diverse per età, professioni, posizioni politiche e fede.

Tra di noi registe, pubblicitarie, sceneggiatrici, pensatrici, fotografe, montatrici, teologhe, attrici, manager, studentesse, giornaliste, economiste.

Quello che ci lega è l’idea che per una società decente si debba lavorare per la felicità delle donne. Per felicità intendiamo provare il sentimento della condivisione piena dell’avventura umana, non altro, cammino ancora lungo perché viviamo in un paese ancora profondamente maschilista, se non tanto nelle sue forme, nella sua anima.

Ci consideriamo artigiane del pensiero, delle parole, delle immagini. Questi sono gli strumenti con i quali lavoreremo. Continua a leggere