Videomessaggio agli italiani e alle italiane

Cari italiani, care italiane,

c’è chi cerca di vendervi frottole senza senso. C’è chi è stato al governo per 12 degli ultimi 20 anni, non ha fatto niente di quel che aveva promesso a partire dal taglio delle tasse, è stato capace solo di farci rimanere nella crisi economica più a lungo di ogni altro paese europeo; che cerca ancora di dare la colpa ad altri. Continua a leggere

Annunci

“Siamo tutti puttane”? Lo sapevamo già, ma ora parliamo delle “tre giudici donne”

Elisabetta Addis su L’Huffington Post 25 giugno 2013

addisTre giudici donne condannano Berlusconi, e il Foglio online di Giuliano Ferrara si chiede: ma visto che sono tutte donne, saranno imparziali?

Che bella domanda, che domanda pericolosa, attenzione Berlusconiani perché con domande come questa si scivola su una china che può essere pericolosa, che può portare lontano!

Grondano sessismo i commenti acidi di tanti Berlusconiani irriducibili. Chiamano le giudici “le gentili signore”; vanno in piazza dicendo “Siamo tutti puttane”. Bene, siete puttane. Dov’è il problema? Di molti di voi lo sapevamo già, lo avevamo già sospettato che le vostre penne fossero in vendita. Del resto, così va il mondo. Se ora lo dite voi stessi, alto e chiaro, non possiamo che dirci d’accordo. Ma credevamo che avessimo convenuto, noi e voi, che il mestiere di prostituta, escort, puttana, è un mestiere come un’altro, ciascuno è libero di vendere quel che meglio crede, e sarebbe moralismo dire il contrario. Da economista, credo nei vantaggi del libero scambio. Come parte di Se Non Ora Quando, vi garantisco che non ce l’abbiamo con le escort, non ce l’abbiamo mai avuta con loro. Ce l’abbiamo con chi le paga, specie se sono minorenni. E allora perché si dovrebbe ritenere incongruo, pazzesco, eclatante che voi siate puttane come tutti? Cosa avete contro le puttane? Continua a leggere